Lo sviluppo del bambino nel contesto sportivo, la psicomotricità

0
boy-432680_1280

Spesso si assiste a scene come quelle mostrate dal video, in cui i genitori si trasformano nell’ostacolo più grande per la crescita ottimale dei loro figli. L’ambito sportivo dovrebbe essere quello privilegiato per garantire al bambino la scoperta di sé e del mondo circostante consentendo un adattamento attivo all’ambiente, in cui l’esercizio motorio diventa il tramite di questa conoscenza. Lo sport consente di accrescere il livello di qualità della vita attraverso lo sviluppo e la crescita personale, l’aumento del benessere psicologico e la creazione di una rete sociale come supporto e fonte di arricchimento.

Il bambino, infatti, è:

– costruttore delle proprie capacità e conoscenze attraverso la mediazione sociale (Shaffer, 1977; Bruner, 1986);

– caratterizzato da una molteplicità di intelligenze (Gardner, 1983; Goleman, 1997);

– affettivamente promiscuo (Ugazio, 1990)

– un organismo competente (Camaioni, 1990; Cassia, Valenza, Simion, 2004).

Lo sviluppo del bambino riguarda la maturazione e l’apprendimento a livello fisico, motorio, linguistico e psicologico (Cornoldi, 1991). In questo quadro si inserisce anche la psicomotricità, che è una “dimensione umana, propria di tutte le età che sottende a questi processi, ovvero, alla progressiva conoscenza di sé  e del rapporto con l’ambiente attraverso il proprio corpo” (Morosini, 1982). Fondamentale componente della psicomotricità è la dimensione ludica che è caratterizzata da attività dove spontaneità, fantasia, creatività e immaginazione svolgono il ruolo centrale.

Prescindere da questi elementi significa togliere al bambino la possibilità di beneficiare degli effetti positivi derivanti dall’attività fisica elementare quali la socializzazione e cooperazione, lo sviluppo di uno scema corporeo, lo sviluppo e organizzazione spazio-temporale, l’incremento della self-confidence e autostima, e la conseguente regolazione della frustrazione.

La famiglia deve costituire per il bambino la prima custode dello sviluppo di queste risorse che permetteranno un adattamento funzionale all’ambiente e la costruzione di una identità stabile del bambino.

bimbo sport

“Un bambino è la forma più perfetta di essere umano.”

Vladimir Nabokov

Greta

About author

No comments

brain happy

La Positive Psychology

A partire dagli anni Settanta, la psicologia ha sviluppato interessanti studi rispetto al funzionamento ottimale degli individui, atti a descrivere in che modo le azioni ...