Quali sono i tuoi obiettivi?

2
tiro-con-arco

obiettivi

“Fissare obiettivi è il primo passo per

trasformare l’invisibile in visibile”

Anthony Robbins –

Stabilire obiettivi risulta fondamentale sia nella vita che nel lavoro, come anche all’interno dell’ambiente sportivo.

Il goal-setting costituisce uno degli strumenti che possono essere utilizzati all’interno di interventi di mental training. Esso può essere definito come una strategia cognitiva impiegata per stabilire priorità e obiettivi che influenzano il comportamento, la performance e i significati che il soggetto attribuisce alla realtà. Questo strumento:

  • dirige l’attenzione e l’azione dell’individuo;
  • influenza l’autoconsapevolezza e le strategie di coping, ovvero le modalità di fare fronte ad alcune situazioni stressanti;
  • modula le energie, l’impegno e la persistenza;
  • stimola lo sviluppo di strategie appropriate;
  • impatta sulla motivazione.

La formulazione di obiettivi è fondamentale per il successo di un atleta. Spesso questa non viene effettuata, oppure viene eseguita in modo sbagliato: è qui chobiettivi1e diventa importante la figura dello psicologo dello sport che affianca l’atleta nella definizione dei propri obiettivi a breve, medio e lungo termine. In particolare l’atleta dovrebbe riuscire attraverso il suo   aiuto ad individuare dei sotto obiettivi da perseguire e realizzare entro le scadenze temporali definite in partenza; è attraverso il raggiungimento di obiettivo dopo obiettivo che l’atleta dovrebbe riuscire a coronare il suo macro obiettivo di fine stagione.

E’ possibile identificare diverse tipologie di obiettivi:

  • Oggettivi: sono obiettivi tipicamente misurabili in maniera assoluta. Ad esempio per un corridore potrebbe essere passare da un tempo stagionale di 1’59″07 ad un tempo realizzabile di 1’59″01;
  • Soggettivi: sono principalmente delle dichiarazioni di intenzioni da parte dell’atleta. Ad esempio “Voglio fare bene”, “Voglio divertirmi”;
  • Di risultato: sono obiettivi strettamente orientati al risultato e non legati alla qualità della performance; infatti è possibile giocare, correre o nuotare bene e perdere lo stesso.  Esempi di questa categoria di obiettivi possono essere vincere una gara, vincere una medaglia, fare un nuovo record;
  • Di performance: comprendono gli obiettivi legati alla performance e quindi, a differenza di quelli legati al risultato, questi si focalizzano sulla qualità della prestazione dell’atleta indipendentemente dalla vittoria o dalla sconfitta. Ad esempio perdere giocando al massimo delle proprie capacità;
  • Di processo: sono obiettivi che si focalizzano sulle azioni dell’atleta e in particolare sull’esecuzione tecnica dei gesti.

Gli obiettivi devono poi possedere queste cinque caratteristiche:

SMART-Goals

  1. SPECIFIC: devono essere specifici, definiti con precisione e non vaghi o dai confini sfumati;
  2. MEASURABLE: devono essere misurabili e concreti;
  3. ACHIEVABLE: devono essere difficili ma allo stesso tempo raggiungibili in base alle capacità del soggetto;
  4. REALISTIC: devono essere realistici e sfidanti, costituire uno stimolo per l’atleta;
  5. TIME-BOUND: devono essere temporalmente definiti, avere una data di scadenza.

Erica

About author

2 comments

Post a new comment

AP ITALY TENNIS ITALIAN OPEN S TEN ITA

Progetta la tua pre-performance routine

Come nel video, vediamo spesso che, prima di una prestazione sportiva, molti atleti eseguono una sequenza di azioni sempre uguale in preparazione alla loro performance. ...