A cosa serve il Mental Training?

0
partenza_pista_atletica

L’allenamento mentale assume diverse funzioni:

  • rende gli atleti autonomi attraverso l’elaborazione e la ripetizione di strategie per affrontare al meglio le competizioni;
  • permette di effettuare un esame critico dei vari aspetti della prestazione;
  • rende possibile l’apprendimento o il consolidamento di alcuni particolari tecnici;
  • permette il controllo delle situazioni dolorose, sia in situazione di infortunio che in attività sportive in cui l’atleta deve convivere con alcune forme di dolore cronico;
  • aiuta l’atleta a controllare l’attivazione fisica, stress e ansia, oltre che a focalizzare la concentrazione verso gli obiettivi prefissati.

GwMKSLCsfDaiC8CTCOJrfDl72eJkfbmt4t8yenImKBVaiQDB_Rd1H6kmuBWtceBJ

In un percorso di mental training l’atleta deve essere prima educato, reso consapevole dell’influenza che le abilità mentali possono avere sulla prestazione sportiva e della possibilità di allenarle; successivamente viene guidato nella fase di acquisizione vera e propria delle tecniche e strategie necessarie allo sviluppo delle abilità mentali. Infine si passa alla pratica, ovvero la fase di allenamento mirata all’automatizzazione delle tecniche apprese e al loro trasferimento all’interno delle competizioni.

Tra le strategie impiegate all’interno di un percorso di preparazione mentale, e che verranno poi spiegate e approfondite nei prossimi post, si possono elencare:

  • Pensiero Positivo;
  • Goal Setting;
  • Self Talk;
  • Concentrazione;
  • Rilassamento;
  • Propriocezione;
  • Imagery;
  • Allenamento Ideomotorio.

E’ importante sottolineare che in un percorso di mental training non vengono impiegate necessariamente tutte le tecniche sopra elencate: ogni intervento è costruito ad hoc per l’atleta che lo richiede, perchè si parte naturalmente ogni volta da un’analisi della domanda, ovvero la lettura dei bisogni del richiedente.

Erica

About author

No comments

nuoto2

Le nove dimensioni del flow

Un nuotatore, riportando la propria esperienza, dice: “Nei momenti in cui sono stato in assoluto più felice della mia prestazione, ho avuto la sensazione di ...