La squadra

0
UYBA-pre-supercoppa-2014-gabriele-alemani

Perchè scegliere uno sport di squadra piuttosto che uno individuale?

Wood (1976) sostiene che i bisogni che dirigono il comportamento, in particolare all’interno dell’ambito sportivo, possono essere:

  • Fare amicizia, che fa capo ad un bisogno di affiliazione, con cui si intende l’opportunità di stabilire delle relazioni interpersonali significative e la conferma delle proprie capacità di stare all’interno di un gruppo e di fare e mantenere dei rapporti amicali;
  • Esprimere le proprie abilità sportive, che si riferisce all’eccellenza, ovvero all’opportunità di acquisire abilità sportive per il proprio interesse o per primeggiare su un’altra persona;
  • Affrontare situazioni difficili e cercare di superarle, che è connesso con la variabile stress, inteso come opportunità di svolgere attività che risultino eccitanti per gli individui. Un esempio possono essere i sensation seekers, soggetti dotati di una personalità incline alla continua ricerca di sensazioni nuove e intense, unita alla disponibilità a correre dei rischi per ottenerle.

La squadra è un gruppo sociale costituito da un insieme limitato di persone connotate da alcune specifiche caratteristiche:

  1. Consapevolezza della propria unità;
  2. Interazione per un certo periodo di tempo in uno spazio ben determinato;
  3. Obiettivo scelto oppure assegnato da altri;
  4. Collaborazione nello svolgimento di compiti o attività;
  5. Interdipendenza e senso di appartenenza;
  6. Valori, norme, ruoli dichiarati, negoziati e condivisi;
  7. Motivazione generata da interessi professionali o organizzativi.

Leader-nella-squadra-Nicolò-Cavalieri-Sport-Coach

Ma quali sono i vantaggi di uno sport di squadra?

  • Maggiore impegno, affiliazione, sostegno reciproco e motivazione;
  • Maggiore capacità di analisi, presenza di competenza e punti di vista differenti;
  • Riduzione dell’autoreferenzialità e dei pregiudizi, possibilità di maggiore creatività e innovazione;
  • Maggiore efficacia nella presa di decisioni;
  • Maggiore propensione a sperimentare soluzioni innovative e ad assumere dei rischi nella decisione.

E quali possono essere invece gli maggiorni rischi?

  • Polarizzazione e conseguente rischio di errore o di perdere opportunità di sviluppo e miglioramento;
  • Presenza di livelli gerarchici differenti può portare a fenomeni di adesività;
  • Eccessiva propensione al rischio e gestione dei tempi non coerente;
  • Presenza di “esperti” che inibisce il contributo di tutti i partecipanti;
  • Conflittualità, che andrebbe orientata invece verso il confronto.

 Erica

About author

No comments

Francesconi chieri 2-kmtF-U10401706173368FjF-700x394@LaStampa.it

Pallavolista aggredita da un ultrà

Volevo condividere con voi lettori questo articolo pubblicato dal quotidiano “La Stampa” il 30 gennaio 2015: http://www.lastampa.it/2015/01/30/cronaca/pallavolista-del-fenera-chieri-aggredita-da-un-ultr-zYuSpL5RkBD7dV9ndYVHlN/pagina.html I riflettori sono puntati su Beatrice Francesconi, giocatrice ...